Si chiama Operazione speranza ed è il fondo organizzato dalla comunità monastica di Taizé per coprire i costi legati alla stampa di un milione di Bibbie che serviranno a rispondere alle necessità dei cristiani in Cina e che verranno distribuite nell’arco del 2009.La Parola di Dio ci unisce al di là delle divisioni. Essa ci unisce anche al di là delle frontiere, con coloro che sono molto lontani da noi, ha dichiarato frère Alois, priore di Taizé, nell’annunciare la notizia al momento della chiusura dell’incontro europeo di fine anno che ha riunito circa 40.000 giovani a Bruxellles.Non è la prima volta che, in circostanze di bisogno particolari, Taizé sostiene una diffusione della Bibbia. Durante il Concilio Vaticano II ha inviato in America latina un milione di copie del Nuovo Testamento in spagnolo e 500.000 in portoghese.
Nel 1989, Taizé ha invece fatto stampare un milione di Nuovi Testamenti in russo per la Chiesa ortodossa di Russia.

Tags: