Da_sinistra_Maria_Cristina_Lalli_Irene_Pivetti_Biagio_Cerrato_Roberto_Bertini_1

Perugia, 6 febbraio 2015 – Creare opportunità di lavoro, sostenere progetti di cooperazione e sviluppo, valorizzazione del patrimonio culturale, promozione dell’imprenditorialità umbra anche all’estero. Sono questi gli obiettivi principali della collaborazione tra Learn To Be Free onlus (LTBF), la Provincia di Perugia e Only Italia, il cui lancio in Umbria è stato presentato venerdì 6 febbraio, all’hotel Brufani Palace del capoluogo umbro, da Irene Pivetti, fondatrice di LTBF Onlus e presidente Only Italia; Roberto Bertini, consigliere della Provincia di Perugia; Maria Cristina Lalli, No vuol dire No Umbria; Biagio Cerrato, vicepresidente Only Italia; Paolo Spacchetti, avvocato ed esperto di Diritto Internazionale. «Siamo quello che qualcuno chiamerebbe integratore di sistema – ha spiegato Pivetti -. Sappiamo cioè identificare le risorse esistenti e migliorarne l’interazione. Non facciamo azione caritativa ma promuoviamo l’imprenditorialità. Forniamo informazioni e competenze alle persone affinché siano in grado di sapersi prendere responsabilità imprenditoriali e generare, così, opportunità concrete di business. Crediamo che anche su questo territorio così dinamico e vivace ci possano essere buone risposte. C’è un tessuto imprenditoriale straordinario, molto responsabile dal punto di vista sociale». Un importante capitolo dell’accordo è dedicato al progetto di valorizzazione del territorio umbro e alla promozione delle imprese locali (in particolare piccole e medie) sui mercati esteri, grazie alla collaborazione con Only Italia, piattaforma commerciale e rete d’impresa da anni impegnata in progetti di internazionalizzazione delle aziende italiane all’estero, in particolare sul mercato cinese. «L’export – ha affermato Bertini – è uno dei punti di forza sui quali il nostro paese deve investire. Le imprese necessitano di un ulteriore supporto in questo campo. La nostra associazione si candida ad avere un ruolo di primo piano, soprattutto in questa fase di crisi». «Con Only Italia, che è anche un marchio registrato che offre una certificazione di qualità, aiutiamo le pmi italiane a internazionalizzarsi, con particolare attenzione a quelle più piccole che da sole non sarebbero in grado di promuoversi sui mercati esteri a causa degli enormi problemi di costi e di logistica», conclude il vicepresidente Cerrato. L’attività di LTBF Onlus in Umbria si caratterizzerà anche per il suo forte impegno nella promozione di attività rivolte alle donne, tra queste la Scuola di Politica Gianluigi Marrone,  progetto di formazione politica e No vuol dire No, associazione impegnata contro la violenza sulle donne. «Ci dedichiamo – ha dichiarato Lalli – a tutte le questioni femminili. In particolare ai problemi legati alla violenza. Ma vogliamo anche che le donne siano messe nella condizione di fare impresa, soprattutto abbiamo la possibilità di accedere a fondi. Faremo protocolli d’intesa con tutte le associazioni umbre che si occupano di violenza e cercheremo di colloquiare con le associazioni di categoria per quanto riguarda fondi e opportunità. Con Only Italia poi cercheremo di aiutare le imprese femminili a calcare i panorami internazionali». La sede dell’associazione sarà Norcia, famosa in tutto il mondo per aver dato i natali a San Benedetto, patrono d’Europa. Una scelta fortemente voluta dai promotori, che considerano il messaggio del Santo più che mai attuale: quell’ora et labora che è un messaggio di libertà e rinascita, un punto di riferimento fondamentale nella costruzione e formazione dell’uomo e dunque della società tutta. Una fonte di ispirazione per l’attività dell’associazione, che si prefigge di diventare un punto di riferimento per il territorio, stimolandone la progettualità e promuovendone e valorizzandone le tante potenzialità: culturali, umane, imprenditoriali.

Antonella Pitrelli

Tags: